Anche chi si occupa di arredamento, si sà, deve necessariamente restare al passo coi tempi: che tendenze ci aspettano per questo 2020?

Noi di Idealufficio, ci siamo guardati intorno e abbiamo compreso che l’ufficio del 2020 è un ufficio “agile”, verde e attento al benessere di chi lo occupa. In questo articolo vi mostreremo come le nuove tendenze si prestano a conquistare i nostri spazi produttivi e allietare la giornata lavorativa dei dipendenti facendoli sentire quasi come a casa.

 

Benessere e design biolifico

Cosa intendiamo con “design biolofico”? Parliamo precisamente di  design ispirato dalla biofilia, cioè la tendenza di  costruire ambienti che “integrino le idee della selezione dell’habitat, delle preferenze ambientali, dei legami psicologici ed emotivi fra le persone e i luoghi”, si pensa che,  riprodurre all’interno di ambienti edificati le caratteristiche dell’habitat naturale preferito dagli esseri umani costituisca il passaggio logico successivo per il movimento del design “verde”.

Grazie al design biolifico il confine tra outdoor e spazi interni è sempre più sfumato, grazie all’utilizzo di grandi vetrate, colori che richiamano la natura (verdi e marroni in prima linea), quadri e stampe a tema bucolico e – ovviamente – piante vive.

Ogni anno si  moltiplicano gli studi che attestano i benefici del lavorare in luoghi ornati da vegetali e richiami naturalistici. Riduzione dello stress, rigenerazione dalla fatica mentale, serenità nell’approcciarsi agli altri sono solo alcuni esempi. Anche la produttività ne risente in positivo, pensate, è stato verificato un aumento della stessa fino al 15 per cento.

 

Inoltre, nel 2020 vedremo moltiplicarsi le sedute ultra confortevoli, le scrivanie sit-stand che incoraggiano a muoversi, fino agli sleeping pods – morbidi cubicoli per distendersi qualche minuto fra un meeting e una presentazione.

 

Ritrovare la propria privacy, anche in ufficio

Un’altra tendenza che sta cercando di prendere piede nel 2020 è dettata dal bisogno di privacy. Un recente sondaggio, ha identificato una crescente insofferenza dei dipendenti che lavorano in open space decisamente affollati. Come risolvere questa situazione di stress? La soluzione consisterebbe nell’aggiunta di spazi condivisi e cercare di “spezzare” ambienti più grandi con divisori che permetterebbero una maggiore privacy. I modelli consigliati sono in vetro per mantenere un alto tasso di luce nell’ambiente lavorativo o con pareti divisorie facilmente modulabili.

 

L’ufficio deve essere flessibile e dinamico

A proposito di modularità, annota l’espressione  dynamic flexibility, annota questa espressione. Diventerà un trend del design da ufficio.

Un grande trend del 2020 consisterà nella  flessibilità dinamica. Sarà fondamentale riuscire a sfruttare una nuova generazione di elementi mobili, leggeri ed ergonomici, per adattare rapidamente gli spazi a qualunque scopo. Complici pareti scorrevoli, mobili leggeri e luci “smart” ad assetto variabile, uno spazio scrivanie si trasforma così in una sala riunioni, un salotto diventa un home office, uno spazio produttivo un’area per il relax.

 

Lascia un commento