donna e ufficio

Visto che si avvicina la Festa della Donna vogliamo parlarvi di donne e ufficio.

Ci siamo posti una domanda. Quali sono le esigenze di una donna riguardo il suo luogo di lavoro?
Si parla spesso di differenze tra uomo e donna sul posto di lavoro. La speranza è che le discriminazioni possano ridursi fino a sparire del tutto. Detto ciò è anche vero che donne e uomini possono avere esigenze diverse riguardanti gli spazi all’interno dell’ufficio.

Il ruolo delle donne negli ambienti lavorativi è ancora complesso e difficile. Si stanno facendo molti passi avanti riguardo i servizi a supporto della donna lavoratrice, ma c’è ancora molta strada da fare.
La donna nella società moderna si trova a dover gestire diversi ruoli contemporaneamente e si dimostra sempre all’altezza di tutti quanti: è una super manager, super donna, super mamma, sempre più attenta alla salute e al benessere fisico ed informata su tutto.

Quali sono quindi le esigenze di queste lavoratrici moderne all’interno dei loro uffici?

spazio relaxIn tal senso è interessante l’indagine compiuta da Fiona Smith, giornalista per l’Australian Financial Review e il BRW Magazine.
Le intervistate concordano che gli spazi, i componenti e gli arredi dell’ufficio debbano favorire il benessere durante gli orari di lavoro.
È condivisa da molte l’importanza di aree dedicate al relax e alla socializzazione tra colleghi. Luoghi che siano organizzati con comode sedute e la possibilità di preparare bevande calde.

Le donne hanno da sempre un forte interesse anche verso la componente estetica. Questo interesse può essere soddisfatto da complementi d’arredo come quadri e oggetti decorativi, che rendano piacevole l’ambiente.

Una buona soluzione è anche l’introduzione di piante verdi e fiorite, non artificiali, che tra l’altro migliorano anche la qualità dell’aria, oltre ad essere molto di tendenza attualmente grazie al design biofilico.

Un’altra piccola necessità che è emersa, è la possibilità di avere armadiature che permettano di contenere un cambio d’abiti e di scarpe, così da adempiere la necessità di alternare scarpe basse e scarpe con il tacco, se l’occasione lo richiede.
Importante è risultata, inoltre, la possibilità di alternare il lavoro da sedute a in piedi, mediante la presenza anche di scrivanie alte. In questo caso questa esigenza si sposa perfettamente con le scrivanie regolabili in altezza, di cui vi avevamo parlato in un precedente articolo che potete leggere qui.

Per finire, le lavoratrici neo-mamme mirano invece ad avere la possibilità di avere una saletta privata dove utilizzare il tira-latte senza la necessità di doversi nascondere in bagno.

Lascia un commento